Ricordi Futuri 3.0

a cura di Ermanno Tedeschi e Flavia Alaimo

PALERMO. Gennaio 2018. La memoria è altro dalla semplice funzionalità delle cellule cerebrali, è emozione, cultura, costante apprendimento. La memoria ripercorre il filo dei pensieri: è futuro. Da sempre la cultura ebraica è legata al concetto del ricordo, diventato poi cardine rievocativo della Shoah nella Giornata della Memoria del 27 gennaio. Ed è proprio pensando a questa occasione che la Città Metropolitana e la Fondazione Sant’Elia ospitano a Palermo RICORDI FUTURI 3.0”, dal 25 gennaio al 30 marzo (Palazzo Sant’Elia, Sala delle Capriate), mostra a cura di Ermanno Tedeschi, curatore internazionale con alle spalle tanti anni dedicati alla valorizzazione delle eccellenze culturali ebraiche ed israeliane, e Flavia Alaimo, storica dell’arte già impegnatasi in eventi espostivi sul tema dell’esodo.

La mostra – nata in coproduzione con la Fondazione Sant’Elia e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di sarà visitabile dal 25 gennaio al 30 marzo nella sala delle Capriate di Palazzo Sant’Elia. Una esposizione originale e multimediale con installazioni, oggetti simbolici ed opere d’arte contemporanea, video e proiezioni, armonizzati in un percorso narrativo che conduce ad un’esperienza avvolgente – a tratti graffiante, a tratti subliminale – e di grande effetto emotivo nella memoria della Shoah, che in Sicilia si arricchisce di documenti e materiali storici inediti, come le lettere di espulsione dei professori universitari durante il ventennio fascista.

25 GENNAIO – 30 MARZO 2018

Ricordi Futuri 3.0
a cura di Ermanno Tedeschi e Flavia Alaimo

Via Maqueda 81 – Palermo
Inaugurazione: 24 gennaio, ore 18

Orari: martedì | venerdì 9,30 > 18,30
sabato | domenica 10 >13 e 16 >19.
Chiuso il lunedì