i racconti di Matilde

Ermanno Tedeschi

Ermanno Tedeschi per mezzo della bambolina Matilde, racconta la propria storia famigliare e quella universale che ha marcato dolorosamente un popolo e un’intera generazione.

Per non dimenticare, è il fine esplicito, e la memoria a cui allude coincide con il camminare avanti guardando indietro. Noi guardiamo in avanti con gli occhi dei bambini e trasmettiamo loro la nostra memoria attraverso i giocattoli che li accompagnano nel loro viaggio

Pompeo VaglianiPresidente della Fondazione Tacredi di Barolo e direttore del MUSLI - Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia

La storia di Matilde, una bambola davvero speciale, che ha accompagnato la vita della mia mamma  per mezzo mondo non è un trattato storico, né un saggio o un romanzo, ma un semplice racconto che ha come intento quello di comunicare in modo chiaro, positivo e sintetico la storia della mia famiglia, inquadrata in un tragico periodo del secolo scorso

Ermanno Tedeschi

“Il racconto di Matilde, sentimentalmente prezioso, non è fine a se stesso, ma rivolto in particolare alle giovani generazioni. La Memoria ha infatti l’arduo ruolo di abbattere il muro dell’indifferenza”

Una storia cresciuta nel cuore di Ermanno Tedeschi e diventata libro durante la quarantena legata alla diffusione del virus COVID-19, questi sono “I racconti di Matilde”, una piccola bambola che diventa compagna della madre dell’autore e, così, testimone muta della storia di una famiglia ebrea e dei suo viaggi per mezzo mondo a seguito dell’emanazione delle leggi razziali italiane del 1938.

Matilde diventa, quindi, testimone della Memoria, la stessa che deve essere protetta e tramandata, affinché la Storia, soprattutto quella Storia, non venga dimenticata e non si ripeta mai più.

Il libro “I racconti di Matilde” di Ermanno Tedeschi sarà presto disponibile e in vendita presso la libreria Luxemburg di Torino e sul sito di Acribia.

Lo si può prenotare nella forma di contatto qui sotto.

Nel libro si concentra anche dell’importanza del giocattolo e dell’importanza del gioco: il solo fatto di avere la possibilità di giocare implica l’esistenza e, di conseguenza, la vita. Il gioco è anche arte, perché alcuni giocattoli sono spesso vere e proprie opere d’arte e il gioco, per il bagaglio di sentimenti personali e sociali che si porta dietro, è anche memoria.

Il racconto è affiancato da fotografie d’epoca ritrovate nell’archivio della famiglia: documenti unici e preziosi che descrivono la leggerezza dell’infanzia prima della seconda guerra mondiale.

Il libro è arricchito dalle delicate illustrazioni ad acquerello di Lisefischer, che ha studiato così tanto i personaggi della storia, da sentirsi parte della famiglia. I disegni descrivono alcuni momenti storici vissuti delle protagoniste, dove Matilde si anima e partecipa attivamente alla vita delle due bimbe, come se fosse in carne e ossa.

1 dicembre 2020

Vetrina letteraria: 15 minuti in cui un autore ci racconta il suo libro

Evento online organizzato da:
Centro di Cultura Ebraica – Roma
e Kiryat Sefer Libreria Ebraica

Prenota ora la tua copia di "I racconti di Matilde"

I RACCONTI DI MATILDE di Ermanno Tedeschi

Le date:

1 dicembre 2020

Vetrina letteraria: 15 minuti in cui un autore ci racconta il suo libro

Evento online organizzato da:
Centro di Cultura Ebraica – Roma
e Kiryat Sefer Libreria Ebraica

Il video dell’evento

5 settembre 2020

Giornata Europea della Cultura Ebraica

Palazzo della Marra – Barletta
in collaborazione con Fondazione Istituto id Letteratura Musicale Concentrazionaria

Via Cialdini 74,
76121, Barletta

6 settembre 2020

Giornata Europea della Cultura Ebraica

Museo Ebraico di Lecce

Via Umberto I 9,
73100, Lecce

13 settembre 2020

Museo Ebraico Venezia
in collaborazione con Comunità Ebraica di Venezia e il Consolato dell’Uruguay

Campo di Ghetto Nuovo 2902, b,
30121, Venezia

13 settembre 2020

Museo Ebraico Venezia
in collaborazione con Comunità Ebraica di Venezia e il Consolato dell’Uruguay

Campo di Ghetto Nuovo 2902, b,
30121, Venezia

8 ottobre 2020

Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah
in collaborazione con Comunità Ebraica di Venezia e il Consolato dell’Uruguay

Via Piangipane, 79/83
44121 Ferrara

ERMANNO TEDESCHI · Via Parma 52, 10152, Torino · Copyright © 2019. All rights reserved. Privacy